QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SIENA
Oggi 16°22° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
mercoledì 31 agosto 2016

Attualità venerdì 18 marzo 2016 ore 15:45

Nessuna ARU in San Prospero

​L'Amministrazione comunale smentisce fermamente ogni ipotesi di istituzione di un'area a rilevanza urbanistica (ARU) nella zona di San Prospero

SIENA — "Non abbiamo mai sostenuto – commenta l'assessore alla Mobilità, Stefano Maggi – né pronunciato parole che potessero far intendere la volontà di procedere alla creazione di un'ARU in San Prospero senza le opportune valutazioni e, soprattutto, senza le dovute condizioni in termini di consenso dei residenti. Gli incontri con la cittadinanza e i meccanismi di partecipazione sono sempre stati propedeutici a qualsiasi presa di decisione, anche su altri fronti".

Interviene così il Comune di Siena dopo le voci che si erano rincorse negli ultimi giorni sulla costituzione della ARU in San Prospero. Notizia che aveva sollecitato non poche perplessità e obiezioni da parte dei cittadini.

"Abbiamo preso atto di quanto emerso nell'assemblea della Consulta con i cittadini dell'area – prosegue Maggi – durante le quali si è manifestata una diffusa contrarietà a qualsiasi forma di regolamentazione della sosta prevista dal sistema delle ARU. Evidentemente i residenti di San Prospero ritengono che queste soluzioni, anziché tutelarli dal punto di vista della facilità di reperimento dei parcheggi, renderebbero meno semplice la loro quotidianità e le loro stesse necessità di spostamento e sosta.

Non per questo dobbiamo ritenere che lo strumento delle ARU sia superato – conclude Maggi – o, comunque, da considerarsi non funzionale per il sistema dei parcheggi di chi abita nelle aree in prossimità al centro storico. La nostra intenzione è quella di procedere con consultazioni assembleari in tutte le altre zone della città che per le proprie caratteristiche urbanistiche sono già interessate, o potrebbero esserlo, dalla regolamentazione delle ARU. Dove emergessero posizioni contrastanti e non nette, come invece registrato nel caso di San Prospero, potremmo quindi procedere a successive consultazioni referendarie, per un pieno coinvolgimento e favorire l'espressione di tutti i residenti delle aree interessate, tenendo presente che il progetto delle nuove ARU è diverso rispetto a quelle già istituite, perché connotato da maggiori elementi di flessibilità."

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Spettacoli

Sport