Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:29 METEO:SIENA17°33°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Autocisterna a fuoco sulla A1, autostrada chiusa e coda di 10 chilometri

Attualità martedì 27 aprile 2021 ore 18:45

Intensificate le vaccinazioni ai vulnerabili

Altre dosi in arrivo e così la Asl Toscana Sud Est ha predisposto un piano d'azione per incrementare le somministrazioni del siero. Si parte giovedì



AREZZO — Finalmente una buona notizia. Il vaccino sta arrivando in quantità accettabile e la Asl Toscana Sud-Est non vuole perdere tempo e mette in piedi un sistema per vaccinare quante più persone possibili. Ovviamente l'attenzione è rivolta verso la categorie più a rischio. L'obiettivo è quello di somministrare il siero ad un numero elevato di soggetti estremamente fragili

Così dal 29 aprile sarà incrementato il ritmo di vaccinazione. A partire da giovedì mattina e in un ristretto arco di tempo saranno contattate circa 15mila persone con patologie previste dalle raccomandazioni ministeriali, che avevano pre-aderito al portale regionale prima del 19 marzo o che sono state segnalate dai Centri specialisti che li hanno in cura.
Il contatto avviene via sms, per tutti coloro che hanno preaderito al portale regionale dove era obbligatorio l’inserimento di un numero di cellulare, oppure tramite chiamata telefonica diretta. L’invito agli interessati è di tenere sotto controllo la messaggistica del proprio telefono cellulare, per non rischiare di perdere l’indicazione del proprio appuntamento. Altra raccomandazione è di presentarsi alla vaccinazione all’orario prestabilito dell’appuntamento, con un minimo anticipo, per evitare assembramenti all’esterno delle sedi prescelte.

Per gli estremamente vulnerabili sono impiegati i vaccini a Rna messaggero (Pfizer-Biontech, Moderna).
“L’impulso prioritario è completare la vaccinazione degli estremamente vulnerabili, in parallelo all’esaurimento di tutte le richieste dei cittadini nella fascia d’età tra 70 e 79 anni – spiega Antonio D’Urso, direttore generale dell’Asl Toscana sud est –, come indicato dalla struttura commissariale e dalla Regione. Siamo impegnati nel raggiungimento dell’obiettivo nel periodo più breve concesso dalla disponibilità delle forniture, superando alcune complessità che si sono verificate nella fase di avvio della vaccinazione delle persone che rientrano in questa categoria. Lo sforzo per accorciare il più possibile i tempi è massimo per quanto riguarda l’impiego di risorse umane e sostenuto da soluzioni logistiche, organizzative e finanziarie rilevanti”.

L’Asl Toscana Sud Est ha attivato il numero verde 800432525 per accompagnare gli estremamente vulnerabili nella comprensione del proprio percorso di vaccinazione, secondo quanto stabilito dalle normative statali e regionali.

Ma le buone notizie non finiscono qui.  Per una consegna straordinaria di 50mila nuove dosi di Astrazeneca, ha riaperto alle ore 18 di oggi, martedì 27 aprile, il portale regionale per gli over 70 ovvero per le persone nate dal 1941 al 1951, che non hanno ancora compiuto 80 anni.

Il portale rimarrà aperto fino a esaurimento di dosi disponibili, che, una volta prenotate, saranno somministrate nei giorni di giovedì 29 e venerdì 30 aprile, sabato 1 e domenica 2 maggio, negli hub indicati.

Contestualmente, rimane confermata l’apertura del portale in data venerdì 30 aprile prossimo, finalizzata alla programmazione mensile delle vaccinazioni, riservate sempre agli over 70, a partire da lunedì 3 maggio e fino a completamento dell’elenco di coloro che desiderano vaccinarsi, e in relazione alla disponibilità anche di altri tipi di vaccino.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono 20 i casi di mutazione al virus riscontrati in tutta la Asl Toscana sud est. Ecco la situazione nel territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

CORONAVIRUS