comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:53 METEO:SIENA12°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Morto Maradona, quando si raccontò a Kusturica: «La droga? Immaginati che giocatore sarei stato senza cocaina»

Attualità mercoledì 18 novembre 2020 ore 15:00

Lockdown, ecco le aziende che sono chiuse

Camera di Commercio fa il conto delle imprese di Arezzo e Siena che rientrano nelle restrizioni del nuovo Dpcm. Segnali incoraggianti dall'export



AREZZO — Il commercio in Toscana è al collasso. Sì perché tra chiusure e effetti conseguenti alla "red zone" anche chi ha l'attività aperta riscontra un crollo di clientela e di fatturato. Questo è la triste realtà che quotidianamente è sotto gli occhi di tutti.

In base an elaborazione di Infocamere per la Camera di Commercio si vede come nella provincia di Arezzo, su un numero complessivo di 45.266 localizzazioni di imprese, sono 1.426 quelle temporaneamente chiuse al pubblico. In provincia di Siena sono invece 1.191 su 36.888.

Ma non è finita qui. Sì perché poi ci sono tutte quelle attività che, pur non avendo obblighi di chiusura al pubblico, sono penalizzate dalla scarsa circolazione di persone e pertanto, visto il crollo degli affari, preferiscono restare chiuse. In questo caso sono soprattutto le imprese commerciali a patire la "famigerata" red zone.

Per quanto riguarda le attività produttive industriali ed artigianali, l’agricoltura, l’edilizia ed i servizi non sono previste limitazioni di alcun genere se non quelle derivanti dagli andamenti negativi di ordinativi e fatturati di alcuni settori.

Per quanto concerne la produzione, i segnali provenienti dai mercati esteri erano almeno fino a settembre abbastanza incoraggianti: il dato nazionale registra un + 2,1 % a settembre 2020 sul settembre 2019, con una crescita importante sui mercati dei paesi asiatici, maggiormente risparmiati dalla seconda ondata della pandemia Covid 19. L’export nazionale verso la Cina ha avuto addirittura una crescita tendenziale del + 33%.

Insomma, dati che fanno intravedere una luce in fondo al tunnel ma c'è da capire quanto sia lungo questo periodo di "oscurità".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità