Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:15 METEO:SIENA14°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità mercoledì 08 febbraio 2023 ore 13:33

Mensa, una nuova missiva per la Provincia

L'assessore Benini chiede una proposta che tenga conto delle richieste già presentate all'attenzione del Presidente Bussagli



SIENA — L’assessore all’istruzione Paolo Benini, ha deciso di annullare l’incontro con il Presidente della provincia che si sarebbe dovuto tenere il prossimo 9 febbraio e di inviare allo stesso una nuova lettera nella quale si ribadisce “la volontà di un confronto che tenga però conto di quanto espresso in quella inviata lo scorso 13 dicembre”.

Lo stesso Benini ha spiegato che: “questa decisione è arrivata a seguito di alcuni spiacevoli episodi” ma che resta aperto al dialogo purché riceva “una controproposta concreta sui punti da me sollevati in passato per arrivare ad un accordo quadro con tutti i Comuni coinvolti sulla questione mensa e che vedeva lo stesso presidente della provincia come rappresentante del Comune capoluogo e quindi capofila in questo tipo di ragionamento”.

Da qui la scelta di puntualizzare quanto già espresso con l’invio di una nuova missiva, avvenuto ieri 7 febbraio, nella quale si chiede nuovamente un confronto sui seguenti punti: “il rispetto dei criteri di capienza massima per ogni singolo plesso; e la reale necessità, intendendo per questa indici di natura economica e necessità lavorative, in modo da stabilire un criterio di accesso omogeneo che garantisca maggiormente soggetti con indici di necessità più alti cui applicare le stesse normative dei senesi residenti. Nonché l’applicazione di un “modello Asciano” o anche altro, che veda i Comuni limitrofi rifondere il Comune di Siena fino alla copertura della tariffa pro capite stabilita, tenuto conto anche dei minori costi che tali Comuni sostengono per il minor numero di studenti nelle loro scuole. Ed infine di una valutazione della possibilità che la mensa sia un servizio e non un obbligo, consentendo quindi la facoltà di portare il pranzo da casa con le specifiche indicazioni previste dal MIUR”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'obiettivo è rendere gli alloggi Erp inutilizzati di nuovo assegnabili, rimettendo a disposizione di chi è in attesa circa 500 abitazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità