Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:53 METEO:SIENA12°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità giovedì 08 aprile 2021 ore 14:50

Niente sostegni, stagionali agricoli in protesta

Mobilitazione indetta dai sindacati per sabato 10 aprile davanti a tutte le prefetture d'Italia. "Lavoratori dimenticati anche dal nuovo governo"



SIENA — Un'altra categoria fortemente penalizzata dalla pandemia è senza dubbio quelle dei lavoratori stagionali agricoli e degli agriturismi

Sabato 10 aprile avrà luogo in tutta Italia una mobilitazione dei sindacati dei lavoratori agricoli FLAI CGIL, FAI CISL e UILA UIL davanti alle Prefetture per chiedere che il Decreto Sostegni venga modificato.

“Gli stagionali agricoli, considerati essenziali in tutte le fasi della pandemia, sono stati dimenticati anche dal nuovo Governo, - spiegano le organizzazioni sindacali - discriminati ed esclusi dal diritto di ricevere un ‘sostegno’. Sono un milione le lavoratrici e i lavoratori che si spaccano la schiena, sotto il sole e le intemperie, che hanno perso giornate di lavoro con l’emergenza sanitaria in corso e che non vedono rinnovati i contratti a causa dell’ostracismo delle parti datoriali”.

“Il Governo ha dimenticato anche gli stagionali degli agriturismi, - aggiungono FLAI CGIL, FAI CISL e UILA UIL - da un anno senza lavoro e senza alcun sostegno al reddito”.

“Per tutti questi motivi e anche per stimolare una veloce conclusione del percorso di rinnovo del contratto provinciale agricolo (Cpl) che è parte fondamentale del salario di questi lavoratori, – concludono i sindacati – Sabato 10 aprile verrà effettuato un presidio in piazza del Duomo a Siena davanti alla Prefettura dalle ore 10 alle ore 12”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I numeri più alti si registrano nel capoluogo e nella Val d'Elsa, in particolare Colle e Poggibonsi. Le persone in carico sono 1529
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità