Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:33 METEO:SIENA14°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Attualità giovedì 18 febbraio 2021 ore 20:00

Fasce deboli, ecco i buoni per muoversi in taxi

Utilizzabili anche per il noleggio con conducente. Limitano gli assembramenti sui mezzi pubblici e riducono il rischio contagio per i più fragili



SIENA — Le fasce più deboli della popolazione sono anche quelle più esposte al rischio contagio. Quindi, con l'obiettivo di contenere la diffusione del virus attraverso misure tese a garantire il necessario distanziamento sociale e un'efficace distribuzione degli utenti nel servizio pubblico, il Comune di Siena traccia le linee di indirizzo per l'assegnazione di “buoni viaggio” da utilizzare per gli spostamenti con servizio taxi o noleggio con conducente (N.C.C.).

Per finanziare questo progetto la Regione Toscana ha stanziato 145mila euro da destinare, su base ISEE alle categorie “più deboli” residenti nel Comune di Siena, tra questi le persone con disabilità grave o con invalidità minima al 74%, le persone sottoposte a terapia salvavita, le donne in stato di gravidanza, le persone in stato di necessità segnalate dai Servizi Sociali della Società della Salute Senese, cittadini over 75 e donne residenti a Siena per spostamenti nella fascia oraria notturna (dalle 22 alle 6) per compravate esigenze lavorative. Il “buono” coprirà il 50% della spesa sostenuta durante il trasporto e comunque in misura non superiore a 20 Euro per ciascun viaggio.

“Il sostegno ai cittadini più fragili, che maggiormente hanno dovuto modificare le loro abitudini a causa della pandemia, è uno degli obiettivi primari di questa amministrazione – commenta il vice sindaco del Comune di Siena Andrea Corsi – le categorie maggiormente in difficoltà grazie a questi buoni viaggio potranno usufruire di un servizio e muoversi con più tranquillità all’interno del nostro comune. Siamo inoltre lieti, grazie a questi fondi stanziati, di poter aiutare anche il trasporto pubblico non di linea messo in forte in crisi negli ultimi mesi”.

"La richiesta di dare corso a questa utile misura era già stata evidenziata in occasione della Consulta della disabilità - aggiunge l’assessore ai Servizi Sociali Francesca Appolloni - da novembre l'amministrazione ha seguito l'evolversi normativo che ci garantisce, oggi, di poter procedere con l'erogazione di questi buoni viaggio. Le categorie attualmente individuate rispondono a quanto previsto dalla normativa ma il Comune si riserva, nei limiti di questa, di ampliare la platea dei beneficiari qualora venissero evidenziate ulteriori esigenze e nei limiti della disponibilità finanziaria".

Tutte le informazioni necessarie per richiedere i “buoni viaggio” saranno pubblicate nei prossimi giorni sul sito del Comune di Siena www.comune.siena.it

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità