Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:29 METEO:SIENA17°33°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Autocisterna a fuoco sulla A1, autostrada chiusa e coda di 10 chilometri

Attualità mercoledì 24 marzo 2021 ore 13:57

Piste di Mociano e Monticiano, come accedere

Ordinanza del sindaco per il programma di addestramento del protocollo equino e il disciplinare per entrare nel terreno



SIENA — Per contenere l’emergenza epidemiologico da Covid, il sindaco di Siena, con apposita ordinanza, ha approvato il programma e le procedure per le visite e le attività di addestramento del Protocollo equino a porte chiuse, consentendo così lo svolgimento di tutte le attività nella piena sicurezza e osservando al massimo il principio di precauzione.

Queste le date fissate che potranno subire variazioni in caso di condizioni metereologiche avverse nonché per decisioni riguardanti l’organizzazione dei Palii 2021:

Domenica 18 aprile – Mociano – Lavori di addestramento

Venerdì 23 aprile – Mociano – Lavori di addestramento 

Giovedì 29 aprile – Monticiano – Corse di addestramento 

Martedì 4 maggio – Monticiano – Corse di addestramento 

Martedì 11 maggio – Mociano – Lavori di addestramento 

Sabato 15 maggio – Monticiano – Corse di addestramento 

Venerdì 21 maggio – Monticiano – Corse di addestramento 

Martedì 25 maggio – Mociano – Lavori di addestramento 

Sabato 5 giugno – Mociano – Lavori di addestramento 

Venerdì 11 giugno – Mociano – Lavori di addestramento 

L'amministrazione effettuerà un costante monitoraggio dell'andamento dei dati epidemiologici ai fini dell'eventuale emanazione di adeguati provvedimenti per la tutela della salute pubblica. Per quanto riguarda il Disciplinare relativo all’accesso e utilizzo delle piste di Mociano e Monticiano, a titolo gratuito e negli orari stabiliti dal Comune, potranno accedervi esclusivamente i cavalli ammessi al Protocollo equino. Gli animali dovranno essere sempre avere la certificazione originale del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Ippiche – Area Sella ex ASSI ex UNIRE o la documentazione attestante l'avvenuto passaggio di proprietà, o libro genealogico estero equiparato; e inoltre essere in regola con le vaccinazioni previste e con il Coggins test. 

Chiunque acceda alla pista sarà tenuto ad osservare scrupolosamente le presenti disposizioni nonché eventuali ulteriori indicazioni che l’amministrazione riterrà opportuno adottare. Ogni cavallo potrà essere accompagnato dal proprietario, accompagnatore e fantino, i quali saranno tenuti al rispetto delle regole, eventuali, per il distanziamento sociale. Al momento di accedere alla pista, l'accompagnatore del cavallo dovrà dichiarare, consapevole delle conseguenze penali previste dall'art. 76 del D.P.R. n. 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, la veridicità delle informazioni fornite all'amministrazione sull’identità del cavallo; il rispetto delle indicazioni contenute nel “Protocollo per il controllo dei trattamenti farmacologici nei cavalli del Palio” adottato con la relativa ordinanza sindacale; il completo esonero del Comune di Siena da qualsiasi responsabilità per ogni eventuale accadimento possa verificarsi in occasione degli allenamenti in oggetto e ogni altra eventuale prescrizione prevista dal Comune di Siena.

I fantini dovranno, invece, presentare almeno sette giorni precedenti la data nella quale si vuole accedere alla pista, tutta la documentazione richiesta ovvero: aver compiuto i 18 anni d'età; indossare i dispositivi di sicurezza individuale: CAP omologato CE e corpetto protettivo, cosiddetto 'tartaruga'; essere in possesso del certificato medico agonistico in corso di validità, ai sensi del D.M. 12.2.1982; dichiarare, con le modalità previste dal D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, di non aver riportato condanne per maltrattamento o uccisione di animali, spettacoli o manifestazioni vietati, competizioni non autorizzate e scommesse clandestine; essere in possesso di assicurazione personale contro infortuni; oltre a correre a totale loro rischio e pericolo, senza poter nulla pretendere dal Comune in caso di incidente.

E’ inoltre vietato condurre cani, anche al guinzaglio, nelle zone prospicienti la pista e nel recinto cavalli. Per le sedute di allenamento individuale non sarà presente il presidio medico e medico veterinario; la prenotazione avverrà con modalità telematica che potrà essere effettuata, da un minimo di due giorni fino a un massimo di sette prima della data della seduta di allenamento alla quale si intende partecipare; al momento della stessa dovrà inoltre essere indicato il nome del cavallo e del fantino per gli opportuni riscontri. In caso di impossibilità, è richiesto l’annullamento; la sua mancata comunicazione comporterà il blocco dell'utenza per dieci giorni e l'impossibilità ad effettuare nuove prenotazioni in tale periodo. 

Infine alla pista potranno accedere al massimo due cavalli per ogni sessione di lavoro che avrà durata di 45 minuti. Inoltre, a causa dell’emergenza Covid, lo svolgimento a porte chiuse dei lavori a Mociano e delle corse del Protocollo equino a Monticiano, con la sola presenza del personale addetto e dei tecnici in possesso di apposita tessera rilasciata dall’amministrazione comunale nel rispetto delle norme circa il distanziamento interpersonale, seguiranno specifiche disposizioni in relazione al colore della Regione o della zona. Nello specifico: per il bianco o giallo, nell’area riservata ai van, potranno essere presenti tre persone per cavallo, ovvero proprietario, accompagnatore e fantino, mentre nella parte adibita solitamente al pubblico, quattro persone per ogni Contrada. In arancione: lo spazio riservato ai van vedrà l’accesso di sole tre persone per cavallo: proprietario, accompagnatore e fantino e in quello al pubblico, due per ogni Contrada. Se in arancione non saranno svolte le corse nella pista di Monticiano. Mentre con il rosso a Mociano non si svolgeranno i lavori.

La stessa procedura, a porte chiuse e con la sola presenza del personale addetto e dei tecnici in possesso di apposita tessera rilasciata dall’amministrazione comunale, riguarderà anche le visite del Protocollo equino. Queste le indicazioni in base ai colori della Regione o della zona: con bianco o giallo, l’area van vedrà la presenza di: proprietario, accompagnatore e fantino (tre per cavallo); in quella al pubblico, due persone per ogni Contrada. In arancione: nella parte riservata ai van, due per cavallo: proprietario e accompagnatore, mentre nella zona al pubblico, una per ogni Contrada. Nessuna visita, invece, in fascia rossa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono 20 i casi di mutazione al virus riscontrati in tutta la Asl Toscana sud est. Ecco la situazione nel territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

CORONAVIRUS