comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:35 METEO:SIENA-1°7°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
martedì 19 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Salvini: «Alcuni responsabili mi hanno detto ‘Mi hanno promesso un ministero'»

Attualità domenica 29 novembre 2020 ore 09:58

Raid contro la Little free Library

Danneggiata la copertura a protezione dei volumi per i senesi in Fortezza. Un mese fa un altro atto vandalico



SIENA — I libri sono presidi di libertà, universi di democrazia, umanità, conoscenza. Libri per sapere, libri per crescere, libri per non cedere alla dittatura del Covid. Libri, appunto. Mai come in questo momento preziosi compagni di viaggio quando il viaggio non si può fare fisicamente. Basta aprire la pagina di un libro per cominciarne uno, lontano, dall’altra parte del mondo, oppure vicino, sotto casa, nella città dove si vive.

Eppure la consapevolezza del valore di un libro e della lettura, non è patrimonio condiviso. C’è sempre chi alla forza della cultura risponde con la debolezza dell’arroganza e della violenza che, per l’appunto, durano lo spazio di un momento e non vinceranno mai.
L’immagine della Little free library in Fortezza finita nel mirino dell’ennesimo atto vandalico, non ha bisogno di commenti. L’iniziativa più che lodevole della Biblioteca comunale degli Intronati rappresenta un’isola nel mare nero dei bollettini Covid che ormai scandiscono ogni giornata con numeri di contagiati, ricoverati, morti. La buona nuova è che a Siena e in provincia, il virus rallenta il passo, ma non ne siamo fuori e la strada è ancora lunga.
Leggere un libro nello scenario unico della Fortezza, o nel tepore di casa, scambiarlo con altri testi in un via-vai di conoscenza, è ciò che salva la gente dall’isolamento al quale il Covid costringe. E’ il migliore antidoto alla solitudine e a quel senso di smarrimento che da mesi ci accompagna.
Che senso ha danneggiare l’installazione in Fortezza? Già un mese fa un altro atto vandalico danneggiò la piccola biblioteca – gratuita – prontamente ripristinata e offerta di nuovo ai senesi.
Ora ci risiamo. E’ stato divelto lo sportello messo a protezione dei volumi, un gesto di disprezzo evidentemente, o di indifferenza verso un servizio prezioso per i senesi.
I vandali sono come il virus: tentano di prevaricare ma non ci riusciranno. Un libro è la migliore terapia, in un libro c’è la forza della vita.

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità