Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:35 METEO:SIENA20°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Attualità giovedì 12 settembre 2019 ore 14:45

​Si amplia la rete del difensore civico in Toscana

SERVIZIO - IL DIFENSORE CIVICO REGIONALE APRE UN NUOVO SPORTELLO AD AREZZO

Dopo quello di Pistoia è stato aperto ad Arezzo un nuovo sportello per le controversie con la pubblica amministrazione. Poi tocca a Siena e Pisa



AREZZO — Si amplia la rete sul territorio regionale del difensore civico della Toscana con l'apertura di un nuovo sportello di prossimità ad Arezzo dopo quello di Pistoia mentre altri ne nasceranno a Siena e Pisa. La novità è stata illustrata nella sede della provincia di Arezzo dal difensore civico Sandro Vannini nell'ambito della campagna #conosciildifensorecivico”.

Al difensore civico si possono rivolgere cittadini o associazioni di cittadini per risolvere le controversie sulle bollette, sui bolli auto, sugli abusi edilizi e sul malfunzionamento degli enti della pubblica amministrazione. Il numero di istanze presentate dai cittadini, nel 2018 sono state 2.250, dimostra che una rete sul territorio di sportelli che facciano da tramite con il difensore civico è sempre più necessaria.

La provincia di Arezzo metterà a disposizione un ufficio per dare modo ai cittadini di portare le istanze che poi la provincia stessa invierà al difensore civico. Prossima tappa della campagna Conosci il difensore civico, a Siena a fine settembre. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il virus è stato riscontrato in 4 Comuni. Tra i nuovi contagiati molti 40enni. Aumentano i ricoverati a "le Scotte"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità

Attualità