QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SIENA
Oggi 17°28° 
Domani 15°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
venerdì 21 settembre 2018

Cronaca venerdì 23 febbraio 2018 ore 17:45

"Caiata escluso dal M5S per le omissioni"

Salvatore Caiata - foto da Fb

Lo ha detto il leader M5S Di Maio alla luce dell'inchiesta per riciclaggio in cui Caiata, candidato dei pentastellati alla Camera, è indagato a Siena



SIENA — Nel giro di poche ore i vertici M5S hanno deciso: Salvatore Caiata, imprenditore molto noto nel settore della ristorazione, presidente del Potenza calcio e candidato al collegio uninominale per la Camera di Potenza Lauria, è fuori dal movimento. A dieci giorni dalle elezioni politiche del 4 marzo, tre quotidiani nazionali stamattina hanno pubblicato la notizia che Caiata è indagato in un'inchiesta della procura di Siena per riciclaggio (vedi qui sotto la notizia collegata). Notizia che il diretto interessato ha confermato precisando che si tratta di una vicenda che risale al 2016 di cui non aveva mai informato i pentastellati perchè riteneva che fosse stata archiviata.

"Al di là delle sue eventuali responsabilità penali che sarà la magistratura ad accertare - ha dichiarato il leader M5S Luigi Di Maio - per le nostre regole omettere un'informazione del genere giustifica l'esclusione dal Movimento 5 Stelle".

"Abbiamo conosciuto Salvatore Caiata come presidente del Potenza calcio e lucano dell'anno - ha spiegato Di Maio - Per questo è stato candidato con il Movimento 5 Stelle. Al momento della sua candidatura ci ha fornito tutta la documentazione che la sua fedina penale era pulita e nulla è risultato nè dal certificato penale nè da quello sui carichi pendenti".

"Oggi abbiamo appreso per la prima volta che su di lui c'è un'indagine che risale al 2016 di cui Caiata non ci ha  informati - ha detto ancora Di Maio - Se lo avesse fatto gli avremmo chiesto, come da nostro regolamento, di fornirci per la candidatura il certificato rilasciato ai sensi dell'articolo 335 del codice di procedura penale e i documenti relativi ai fatti contestati".

Qualche ora prima delle dichiarazioni di Di Maio, Caiata aveva annunciato di essersi autosospeso dal Movimento. Dal punto di vista procedurale quindi, saranno i probiviri M5S a valutare la sua posizione. E lui, comunque, sembra deciso a dar battaglia: "State tranquilli: non mi ritiro, sono più tosto di prima" ha scritto il presidente del Potenza sul suo profilo Facebook.

Sulla vicenda è intervenuto anche l'avvocato difensore di Salvatore Caiata, Enrico De Martino, dichiarando all'Ansa che, agli inizi del 2017, il suo assistito aveva ricevuto dalla procura di Siena un avviso di proroga delle indagini preliminari per fatti relativi al trasferimento fraudolento di valori in materia di riciclaggio. "Da allora, nonostante la nostra piena disponibilità a chiarire qualunque contestazione - ha aggiunto l'avvocato - non abbiamo ricevuto alcuna convocazione in procura. Oggi ho incontrato il procuratore capo del tribunale di Siena Salvatore Vitello e gli ho ribadito la disponiblità del mio assistito ad essere ascoltato, anche perchè non sappiamo con certezza da cosa dovremmo difenderci. A marzo del 2017 abbiamo anche depositato una memoria di venti pagine con oltre trenta documenti contabili delle operazioni relative alle società riconducibili al mio assistito. Mi sembra che si sti facendo molto rumore per nulla".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità