comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:03 METEO:SIENA9°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
mercoledì 20 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Segre: «Le parole di Salvini? Sono scaramantica, mi allungano la vita»

Attualità sabato 07 novembre 2020 ore 08:36

Dopo 23 anni svolta nel delitto della tassista

Ci sono due nuovi indagati, l'accusa è di omicidio aggravato e rapina. I fatti risalgono alla notte tra l'8 e il 9 agosto del 1997



CASTELLINA IN CHIANTI — Ci sono due nuovi indagati per il delitto, irrisolto, della tassista Alessandra Vanni avvenuto nella notte tra l'8 e il 9 agosto del 1997 a Castellina in Chianti.

A 23 anni di distanza la Procura di Siena ha riaperto il fascicolo iscrivendo nel registro degli indagati due uomini, che all'epoca erano già stati sentiti. L'accusa è di omicidio aggravato e rapina. Si tratta di un atto dovuto.

I due sarebbero stati sentiti dal Pubblico ministero Nicola Marini e sottoposti a nuovi esami strumentali per individuare il dna e compararlo con le tracce trovate sotto alle unghie della vittima.

La donna era stata trovata morta all'interno del suo taxi dietro al cimitero di Castellina.

Aveva le mani legate dietro alla schiena e uno spago, da pacchi, intorno al collo. Nessun segno di violenza sessuale. Il suo portafogli, però, non è stato mai ritrovato. Come l'assassino.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità