Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:SIENA13°22°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Cronaca sabato 03 giugno 2023 ore 09:05

Rende la vita dell'ex un incubo, stalker arrestata

Per la donna, residente a Campiglia Marittima, sono stati disposti i domiciliari. Minacce e molestie anche alla nuova compagna dell'uomo



CASTELNUOVO BERARDENGA — Sono stati i Carabinieri della Stazione di Castelnuovo Berardenga a dare esecuzione a un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare e di applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Livorno, nei confronti di una 30enne dell’est Europa indagata per atti persecutori.

Si tratta di un aggravamento della misura di divieto di avvicinamento all’ex compagno e del divieto di dimora nel Comune di Piombino, già applicata nei suoi confronti e ritenuta inefficace a consentire il rispetto delle esigenze cautelari.

La donna circa un anno fa, a giugno 2022, era stata denunciata per stalking dall’ex compagno, al culmine dell’ennesimo episodio di minaccia e molestia nei confronti di quest’ultimo e della sua nuova compagna. La causa scatenante la fine della relazione sentimentale, avvenuta nel marzo 2022. Da quella data, la trentenne con plurime e reiterate condotte, avrebbe cominciato a perseguitare, anche con minacce di morte, il suo ex e la sua nuova fidanzata, sia di persona che inviando continuamente messaggi tramite WhatsApp e Facebook, in modo da determinarne la fine della relazione, ingenerando, in entrambi, un fondato timore per l’incolumità, con un perdurante stato d’ansia.

Dopo la denuncia, le successive indagini hanno consentito di far applicare nei confronti della persecutrice, il 25 maggio scorso, la misura del divieto di avvicinamento alle persone offese, rafforzato dall’applicazione del braccialetto elettronico, e la misura del divieto di dimora nel Comune di Piombino (luogo di dimora delle parti offese). Tuttavia, i Carabinieri hanno accertato che in più occasioni la trentenne avrebbe violato tali prescrizioni, recandosi a Piombino e incontrando le vittime, commentando poi sui social l’accaduto. Per questo per la donna, già indagata per atti persecutori, la Procura di Livorno ha chiesto e ottenuto l’aggravamento della misura cautelare, sostituita dal Gip con gli arresti domiciliari.

L’ordinanza è stata eseguita in queste ore dai Carabinieri della Stazione di Castelnuovo Berardenga che, durante un controllo del territorio, l’hanno fermata. Ai carabinieri la giovane ha spiegato che si stava recando presso un’azienda locale ove avrebbe dovuto firmare un contratto stagionale. Terminate le formalità di rito, l’arrestata è stata condotta presso l’abitazione in cui vive di Campiglia Marittima in regime di arresti domiciliari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ciclista poggibonsese ha battuto Lorenzo Rota sulla prova in linea dei campionati italiani: quest'anno aveva già fatto sua la Milano-Torino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità