Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:SIENA7°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
giovedì 09 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Patrick Zaki di nuovo a casa: «Grazie Italia, voglio tornare presto. Aspettatemi»

Attualità sabato 21 novembre 2020 ore 07:00

​Covid, soldi alla Cultura in stand by

L'amministrazione comunale destina 59mila euro per sostenere progetti legati al mondo dello spettacolo dal vivo. Come funziona



SIENA — Teatri, cinema, musei chiusi. La Cultura paga un prezzo alto alla pandemia. Un settore importante per l’economia non solo nazionale, perché ci sono città e luoghi intrisi di Cultura: Siena in testa. 

Qui il Comune ha deciso di metterci la faccia e i soldi perché la Cultura è un bene di primaria necessità, per chi ci lavora e per chi se ne nutre, a dispetto della logica dei vari Dpcm.

Il piano di sostegno varato dalla giunta del sindaco De Mossi dà una mano al mondo dello spettacolo dal vivo ed è la prima volta che un’azione del genere si traduce in fatti. Tre progetti per un investimento pari a 59mila euro: cifra a cui ammonta il contributo economico destinato a associazioni e compagnie professionali che hanno la loro sede nel comune capoluogo. 

L’aiuto va a colmare il gap sulle spese di gestione delle attività, soprattutto in questa fase. In particolare, si fa riferimento ai costi relativi allo svolgimento di prove e alla realizzazione di produzioni, oltre al personale tecnico e alla parte organizzativa. Requisiti per i quali il tetto del contributo è fissato in 1500 euro.

Altra novità riguarda un bando per tre residenze artistiche sperimentali (anno 2020-2021) per compagnie professionali o associazioni divise nei settori dello spettacolo dal vivo, musica, prosa e danza. Per residenza artistica comunale si intende l’assegnazione dei Teatri comunali da utilizzare sulla base di un progetto che coinvolga il territorio. Il contributo di residenza sarà di 5mila euro all’anno per ogni compagnia o associazione. Prevista la possibilità di allestimento all’interno dei teatri per almeno venti giorni. Disco verde dalla giunta anche al progetto di formazione e informazione dell’Associazione culturale Smaskerando dal titolo “Teatro Terra di Siena”, che riguarderà le scuole secondarie di primo grado. Obiettivo del corso in didattica a distanza e in presenza, è avvicinare gli studenti al mondo della cultura e dell’arte, privilegiando il mondo del teatro e dello spettacolo. Teoria ma anche pratica: al termine del corso saranno prodotti documentari da condividere nella pagine social dei Teatri di Siena.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il virus è stato riscontrato in 12 Comuni. Un terzo dei nuovi contagiati risiede nel capoluogo. Cala il numero delle persone in quarantena
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca