Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:SIENA15°31°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il caffè costa troppo e il cliente getta bicchiere in faccia alla cameriera. Che si vendica così

Attualità lunedì 27 marzo 2023 ore 11:09

Il 5° evento internazionale del Rotary è a Siena

Appuntamento dal 14 al 16 aprile nei centri Unesco della Provincia San Gimignano e Pienza, oltre alla città del Palio



SIENA — Un incontro per parlare di arte e città Unesco, come far convivere la bellezza e la storia con le esigenza contemporanee.I Rotary Club Siena, Chianciano/Chiusi/Montepulciano, Valdelsa ,Siena Est, Alta Valdelsa e Siena Montaperti, organizzano e promuovono il 5° Convegno Internazionale “Unesco Historic Cities: Heritage of Peace”. La tre giorni è patrocinata dal Comune di Siena, Comune di San Gimignano e Comune di Pienza, dove si svolgeranno i lavori del convegno. Aperto a tutti i Rotary Club, la manifestazione avrà luogo nei giorni 14, 15 e 16 aprile.

“Le origini del nostro convegno – dichiara Andrea Tiribocchi, Delegato del Rotary Siena al progetto Rotary for UNESCO 2023 (Rotary per Unesco 2023)- risalgono al 2012 e sono il risultato di una grande sinergia con i club di tutta Europa, universalmente uniti al servizio del nostro territorio e di tutti i centri storici Unesco. Siena, San Gimignano e Pienza rappresentano un unicum mondiale in questo senso, racchiudendo nello spazio di pochi chilometri tre gioielli italiani dichiarati Patrimonio dell'Umanità. Il convegno internazionale affronterà cultura, valori, storia e tradizione, ma guarderà anche al futuro dei centri storici UNESCO, al giusto equilibrio fra la scoperta e la riscoperta di queste bellezze in ambito turistico e la loro tutela, grazie ai contributi di esperti internazionali”.

“Eredità del passato da trasmettere alle generazioni future - commenta il sindaco di Siena Luigi De Mossi – E’ questo uno dei messaggi contenuti nella Convenzione UNESCO, che ben si applica al convegno patrocinato dal Comune di Siena. Sappiamo come il centro storico della nostra città sia un bene preziosissimo, da sapere vivere e conservare nel modo adeguato, senza trasformarlo in un mero museo da ‘mordi e fuggi’, bensì in un luogo dove passato, presente e futuro si possano fondere e trasmettere valori e cultura. Per questo l’amministrazione comunale di Siena ha deciso di patrocinare questo importante convegno”.

Le origini del convegno risalgono al 2012 e sono il risultato di una grande sinergia con i club di tutta Europa, universalmente uniti al servizio del nostro territorio e di tutti i centri storici UNESCO. Nel 2013, i soci del Rotary Club Urbino, ispirati dalla “Convenzione sulla protezione del patrimonio culturale e naturale mondiale”, firmata dagli Stati membri dell’Unesco e dal motto dell’allora presidente del Rotary International Sakuji Tanaka, che faceva esplicito riferimento alla costruzione della pace attraverso il servizio, ritennero di dovere organizzare a Urbino il primo convegno “Città storiche UNESCO, patrimonio di pace”. Al termine di tale convegno, tutte le delegazioni presenti approvarono la “Dichiarazione di Urbino”, che impegna i Rotary Club delle città e centri storici UNESCO “a essere di concreto aiuto al di sopra di ogni interesse personale, affinché i paesaggi storici urbani si perpetuino con i suoni, i colori e la progettualità di oggi e siano una realtà godibile da ogni donna e uomo in un futuro di pace.”

Nell’aprile del 2015 si tenne a Istanbul il secondo convegno rotariano sul tema “UNESCO historic cities, heritage of Peace”. Nel 2017 Firenze accolse la terza edizione del convegno, con il tema “Quale illuminazione per le città storiche”“Sinergie in architettura” è stato il tema dell’edizione 2019 del quarto convegno, ospitato a Zamość (Polonia). Un’occasione di confronto sul tema della progettazione nelle città storiche, tra conservazione e contemporaneità, con la partecipazione di studenti di architettura provenienti da diverse università europee, i quali si riunirono in una serie di workshop per studiare e progettare azioni di restauro di una parte della città di Zamość. 

Il tema del quinto Convegno Internazionale, che si svolgerà tra Siena, San Gimignano e Pienza, sarà il rapporto tra turismo e città patrimonio dell’umanità, riassunto eccezionalmente nel Costituto Senese del 1309 con la frase: “L’allegrezza dei forastieri non può andar divisa dalla dignità dei cittadini”.

Il programma prevede 3 giorni di incontri ed approfondimenti, in particolare il giorno di apertura saranno presenti tutte le istituzione regionali nelle figura di Giani, Bussagli per la Provincia, oltre al ministro Santanché, il senatore Franceschelli e il deputato Michelotti. Il programma completo è descritto sul sito del Comune di Siena così come le modalità di partecipazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarà piuttosto breve ma molto intensa la prima forte ondata di calore portata in Toscana dall'anticiclone. Quando? Lo rivelano gli esperti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Erica Fiumalbi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità