QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SIENA
Oggi 19°20° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
mercoledì 18 settembre 2019

Politica martedì 20 agosto 2019 ore 16:54

​Chiarezza sul futuro della scuola d’infanzia

Sena Civitas in dissenso con la giunta. Asili e scuole materne stanno per riaprire mentre è in atto una riforma strisciante?



SIENA — Il Circolo Sena Civitas, quale componente della maggioranza che sorregge la giunta del Comune di Siena, ha emesso a una dura nota dopo che, nel mese di giugno, aveva chiesto vanamente l’apertura di un tavolo di confronto fra amministrazione e parti sociali, senza che venissero neanche illustrati gli effettivi benefici economici per il rendiconto comunale che risulterebbero dal prospettato ridimensionamento dell’impegno civico verso i servizi educativi.

La lista civica senese “ritiene opportuno che venga fatta totale chiarezza sul futuro delle scuole d'infanzia e degli asili nido ed invita le altre componenti della maggioranza a fissare e discutere un ordine del giorno consiliare per esprimere una posizione politica condivisa sul tema dei Servizi Educativi a Siena”. La questione sembra di particolare urgenza anche perché di recente si è attivato a Siena un comitato spontaneo di presidio civico che in qualche settimana ha accresciuto i propri componenti fino a un migliaio di cittadini sensibilizzati. Fra l’altro, i “nidi” senesi sono stato censiti e valutati con riconoscimento di elevati standard qualitativi in base al protocollo europeo siglato a Lisbona.

La delicatezza della questione – dice la nota - è tale che, in difetto di un’azione trasparente, l’opinione pubblica potrebbe pensare “di trovarsi di fronte ad un’opera di riforma “strisciante” non sufficientemente comprensibile”. Il Circolo Sena Civitas non condivide poi che a qualche settimana dalla riapertura dei plessi scolastici, ci sia ancora somma incertezza su come essi verranno gestiti, pur nell’assicurazione prestata alle parti sociali interessate che “nulla cambierà e i bambini ritroveranno scuole e maestre al loro posto”. Per quanto a conoscenza di Sena Civitas, “risulterebbe una richiesta al MIUR da parte del Comune di Siena tesa al passaggio allo Stato delle sei scuole materne gestite dal Comune. Se ciò corrispondesse al vero, come abbiamo motivo di ritenere, in caso di risposta positiva la “riforma” sarà ipso facto realizzata senza alcun confronto pubblico-sociale in quanto tutto già approvato dal MIUR?”

Ultima questione posta dal Circolo è il fatto che verso le medesime scuole materne sia in atto lo spostamento del personale di ruolo addetto ai servizi ausiliari e di cucina presente attualmente nei sei asili nido, gestiti dal Comune di Siena. Cosa significa in realtà? Chiede Sena Civitas. Che l’ipotesi di statalizzazione porti a una riduzione della pianta organica e a un risparmio dell’Ente – conclude la nota - è tutto da dimostrare in quanto non ci risultano precedenti in cui il MIUR si sia fatto carico del personale esistente con contratto collettivo diverso.

Così come fatto a giugno per il bando per le educatrici di asilo nido, Sena Civitas prende atto dei nuovi bandi per il personale di servizio ausiliare e di cucina, ma anche dell’evidenza che essi potranno portare in servizio personale in prima battuta estraneo a una tradizione di insegnamento e sussidio pedagogico che “fin dalla nostra prima presa di posizione abbiamo ritenuto meritevole di tutela sociale e politica”.



Tag

Scissione PD, le risate di Di Pietro: "Non sapevo nulla"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità