Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:15 METEO:SIENA14°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Cronaca sabato 28 gennaio 2023 ore 11:57

Lei lo lascia e lui minaccia la sua famiglia

La polizia è intervenuta dopo che la ragazza ha denunciato il compagno per minacce e lesioni anche al padre



SIENA E PROVINCIA — Sono durate quasi un anno le vessazioni ai danni della sua ragazza, ad opera di un trentenne domicliato in questa provincia.

Solo a dicembre, però, dopo l’ennesimo litigio, la giovane ha deciso di rivolgersi alla Polizia di Stato, agli uomini della Questura . La ragazza si è confidata ed è emersa una  relazione sentimentale malata, fatta di gravissime umiliazioni, offese, minacce, lesioni, durata anche troppo: quasi un anno.

L’estate scorsa, dopo l’ennesimo litigio, l’uomo l’ha dapprima umiliata ripetutamente, colpendola poi con schiaffi e pugni fino a farla sanguinare. La giovane aveva anche tentato di interrompere la relazione ma, in tutta risposta, aveva ricevuto solo calci e pugni. Solo allora si è decisa a rivolgersi per le cure all’Ospedale ed a raccontare tutto alla Polizia.

La vita della ragazza era, infatti, diventata oramai impossibile: anche l’uscita con gli amici le veniva inibita con continui atteggiamenti persecutori, arrivando anche, in un’occasione, all’interno dell’auto, a essere minacciata con un coltello ed a essere schiaffeggiata sino a sanguinare.
Per assicurarsi l’impunità l’uomo era arrivato a minacciare anche il padre della ragazza; gli aveva intimato di ritirare immediatamente la denuncia che aveva presentato nei suoi confronti poiché, in caso contrario, gliela avrebbe fatta pagare.

Dopo tanti mesi, l’incubo della ragazza è finalmente giunto al termine: pochi giorni fa, gli investigatori della Squadra Mobile, dopo aver acquisito le testimonianze, hanno dato esecuzione alle misure cautelari dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza e del divieto di avvicinamento alla persona offesa a carico dell’indagato,.

È stato, questo, l’ennesimo caso di codice rosso accertato dalla Squadra Mobile della Questura di Siena, conclusosi con l’emissione di misure cautelari nei confronti dei responsabili.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'obiettivo è rendere gli alloggi Erp inutilizzati di nuovo assegnabili, rimettendo a disposizione di chi è in attesa circa 500 abitazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità