Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:15 METEO:SIENA14°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Cronaca mercoledì 01 febbraio 2023 ore 18:30

Truffe online, due giovani cadono nel tranello

Due episodi distinti uno a Castellina in Chianti e uno a Siena. I malviventi sono stati identificati e denunciati



SIENA E PROVINCIA — Usava “pescare” le vittime fra quante mettevano annunci di vendita su una nota piattaforma di vendite on-line di oggetti usati per poi mettere a segno una truffa molto particolare. Fra le vittime una giovane residente nel Chianti che fortunatamente si è rivolta ai Carabinieri dove ha sporto denuncia. La tecnica è quella classica del truffatore particolarmente svelto e con una certa capacità di persuasione. 

La giovane aveva messo in vendita un oggetto usato sulla piattaforma di e-commerce e veniva contattata al telefono da un potenziale acquirente che intavolava una trattativa fino a pattuire una somma per perfezionare l’acquisto. Qui entrava in gioco l’abilità del truffatore che, convinta la vittima a recarsi allo sportello bancomat per ricevere la somma pattuita, in realtà riusciva a farsi ricaricare la sua “prepagata” per oltre 1500 euro dalla venditrice, convinta con un semplice “e ora segua le mie indicazioni”. Solo dopo aver portato a termine l’operazione la sventurata venditrice si rendeva conto di essere stata truffata per l’intera somma contenuta appunto sulla sua Carta Prepagata.

Questa volta però, i Carabinieri di Castellina in Chianti, attraverso una serie di indagini molto complesse, sono riusciti ad individuare il truffatore, un 30enne residente a Pescara, che è stato denunciato.

Un episodio analogo è accaduto anche ad un giovane residente a Siena veniva raggirato con una tecnica simile alla precedente sebbene a parti invertite, infatti, lo stesso veniva convinto ad accreditare sulla carta prepagata di un presunto venditore la somma di 290 euro per l’acquisto di un telefonino che non si è mai concretizzato.

Pertanto, i Carabinieri di Siena, dopo aver ricevuto la denuncia del giovane, con una certosina opera di ricostruzione dei vari passaggi sono riusciti ad identificare il truffatore e a denunciarlo.

Dalla tecnica della “cauzione” a quella della “perdita di gas” sono innumerevoli le strategie adottate dai malviventi per carpire la fiducia delle loro vittime. Per contrastare il fenomeno, prosegue la campagna di contrasto alle truffe dei Carabinieri dove, anche nel corso dei servizi esterni, vengono date informazioni e suggerimenti ai cittadini ed i vari modi utilizzati per adescare le vittime. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'obiettivo è rendere gli alloggi Erp inutilizzati di nuovo assegnabili, rimettendo a disposizione di chi è in attesa circa 500 abitazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità