Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:25 METEO:SIENA11°18°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
lunedì 27 marzo 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni allo spettacolo di Checco Zalone, il comico: «Non mi fate fare figure di m... che c'è la presidente»

Cronaca martedì 11 ottobre 2022 ore 15:01

"Devianza giovanile e truffe i reati più diffusi"

Lo afferma il Questore nell'incontro che ha tenuto ieri prima della partita di calcio Siena Cesena, ma è anche una città meravigliosa e rispettosa



SIENA — Siena è una città godibile, sicura, vivibile, ma non dobbiamo mai abbassare la guardia. La Polizia è chiamata ogni giorno a lavorare, scavare, indagare su tutto quello che non si vede e mina la tranquillità della comunità. Dobbiamo dare ai cittadini quelle certezze che la società di oggi non sente andando dietro all'insicurezza fatta dalle minacce terroristiche, le paure, la diffidenza. Serve in particolar modo far assorbire la diversità”. 

Parole del Questore della Provincia di Siena, Pietro Milone, che lunedì sera è stato ospite del Siena Calcio in un affollato evento culturale pre-partita alla presenza anche dell'ex mister della serie A Giuseppe Papadopulo. Rispondendo alle domande del responsabile dell'Area comunicazione bianconera, Andrea Bianchi Sugarelli, Milone ha ripercorso il suo primo anno alla guida della Questura ricordando le importanti operazioni di polizia portate a termine, in particolare gli arresti che hanno stroncato una associazione a delinquere dedita allo spaccio di droga, ma anche la scoperta di una baby gang al femminile, la gestione del Rave Party con duemila persone e la risoluzione in meno di 72 ore dell'omicidio di Largo Sassetta.

“Ciò che realmente mi preoccupa è la devianza giovanile. Ragazzi che sembrano abbandonati a loro stessi, i quali quando sono in gruppo diventano branco sentendosi onnipotenti. Tutto alimentato dal problema dell'alcool, un fenomeno che non deve sfuggire all'attenzione delle famiglie e che va contrastato. Da diversi mesi – prosegue il Questore - controlliamo alcune zone della città molto sensibili, come la galleria Metropolitan. Ma è indubbio che quando arriva la repressione abbiamo già perso. Invito inoltre i nostri cittadini, soprattutto anziani, a tenere alta la guardia verso le truffe che in questo territorio stanno crescendo. Telefonate che annunciano incidenti con risarcimenti e falsi addetti che vogliono entrare in casa sono tecniche frequenti. La polizia è a disposizione di tutti anche con brochure informative”.

Il Questore Milone ha concluso con una dichiarazione d'amore: “Siena è meravigliosa, educata, rispettosa delle regole civili. Le contrade sono il cuore di questa città, ma soprattutto un riferimento anche come presidio di sicurezza e di crescita con valori etici e morali. Forse è un po' troppo autoreferenziale, ma credo faccia parte della sua storia millenaria. Non dimentichiamo infine che Siena ospita oltre 16mila studenti nelle due università i quali hanno anche bisogno di divertirsi. Serve quindi aprirsi e fare una scelta di campo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco le opportunità proposte dai Centri Impiego di Siena e provincia, lavori a tempo indeterminato e determinato ed apprendistato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cultura