comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:45 METEO:SIENA11°17°  QuiNews.net
Qui News siena, Cronaca, Sport, Notizie Locali siena
sabato 24 ottobre 2020
corriere tv
«L'Aria che Tira» non va in onda, l'annuncio di Myrta Merlino: «Sto bene, ho fatto il tampone»

Attualità giovedì 17 settembre 2020 ore 16:39

Nuovo ricovero, l'area Covid torna operativa

Un paziente posivito al Coronavirus è stato ricoverato nell'area Covid dell’ospedale Santa Maria alle Scotte, che torna operativa dopo alcuni mesi



SIENA — Un paziente posivito al Coronavirus è stato ricoverato all’ospedale Santa Maria alle Scotte. "Dopo alcuni mesi - spiega l'Aou in una nota - torna quindi operativa l’Area Covid dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese che, di fatto, è sempre stata attiva, con una disponibilità di ricovero fino a 90 posti letto".

Il paziente, fa sapere l'azienda ospedaliera, "è un uomo proveniente dalla provincia di Siena, in discrete condizioni cliniche ma con altre patologie pregresse, ricoverato quindi per garantire un costante monitoraggio delle sue condizioni di salute ed evitare possibili complicanze".

"In questi mesi non abbiamo mai abbassato la guardia – spiega Roberto Gusinu, direttore sanitario dell’Aou Senese – considerando anche l’aumento dei casi di positività che si sono registrati in tutta Italia nelle ultime settimane, con 40mila casi. Inoltre, in base agli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità, negli ultimi 30 giorni, il valore medio dell’età dei contagiati è passato da 29 a 35 anni. In piena emergenza l’età media era di circa 60 anni. Oltre ai contagiati, sono in aumento anche i ricoveri in ospedale, oltre, riteniamo, che gli assistiti al proprio domicilio o nelle cure intermedie territoriali e, quindi, anche noi eravamo pronti ad ogni evenienza. In questa situazione – aggiunge Gusinu - abbiamo continuato a proteggere il nostro ospedale e a porre sempre maggiore attenzione nei confronti delle misure di sicurezza quali uso della mascherina, igiene delle mani e distanziamento, in tutti gli ambienti dell’ospedale. L’organizzazione dell’area Covid – prosegue Gusinu - suddivisa in alta intensità di cura, media intensità e degenza medico-chirurgica, può contare su un’équipe medica e infermieristica dedicata e specificamente formata, supportata da tanti professionisti tra medici, infermieri, tecnici e operatori socio-sanitari, con un grande impegno da parte di tutto l’ospedale e lo straordinario supporto dell’Uoc di Microbiologia e Virologia e del pronto soccorso".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità